Prospettive e stakeholder


I laureati in Lingue e letterature straniere disporranno di un patrimonio di competenze linguistiche, letterarie e culturali utile per collocarsi in vari ambiti professionali, in primo luogo quelli in cui sono richieste padronanza scritta e orale delle lingue straniere, accompagnata da una solida formazione umanistica. Inoltre, avranno maturato l'abitudine al dialogo con culture differenti e la dimestichezza a consultare e gestire fonti informative di varie tipologie. I principali sbocchi occupazionali per i laureati in Lingue e letterature straniere sono:
- aziende private di vari settori produttivi che mantengono contatti con clienti internazionali;
- strutture pubbliche e organizzazioni che operano in contesti internazionali e in contatto con organismi analoghi;
- eventistica (fiere, congressi, esposizioni, manifestazioni culturali);
- organizzazione e gestione di attività turistiche, viaggi e soggiorni linguistici e culturali;
- biblioteche e poli espositivi;
- uffici di comunicazione e marketing, specie per i contesti che richiedono l'utilizzo delle lingue straniere;
- servizi di selezione del personale e talent scouting;
- case editrici, agenzie di traduzione e di localizzazione di siti e portali web;
- prosecuzione degli studi con il secondo livello della formazione universitaria (Laurea Magistrale) o con Master di primo livello.

Statistiche occupazionali (Almalaurea)
Percorsi consigliati dopo laurea
Il conseguimento della laurea in Lingue e letterature straniere consentirà l'accesso a Corsi di Studio Magistrali in ambito linguistico e letterario. Il naturale proseguimento presso l'Università degli Studi di Milano è il Corso di Studio Magistrale in Lingue e letterature europee ed extraeuropee (classe LM-37). L'offerta didattica del Corso di Studio triennale consente di acquisire tutti i requisiti di accesso richiesti dal Corso di Studio Magistrale. Tuttavia, dato che le norme di accesso a tale Corso possono prevedere ulteriori modalità di accertamento delle competenze in entrata, si rimanda al Manifesto degli Studi e al Regolamento didattico del Corso di Studio Magistrale per maggiori dettagli.
Milano
Stakeholders

Il corso dialoga con il territorio attraverso consultazione con le organizzazioni professionali, produttive e di servizio - a livello locale, nazionale e internazionale.

Comitato di Indirizzo

Il Comitato di Indirizzo, istituito nel 2020, è un’organizzazione funzionale all’Assicurazione della Qualità della Didattica dei Corsi di Studio di cui il Dipartimento di Lingue e letterature straniere è referente. 

Il suo compito è rafforzare il legame con le parti sociali e i portatori di interesse, con i quali i Corsi di Studio hanno già un dialogo costante e organico, monitorando la coerenza fra gli obiettivi e contenuti della formazione universitaria e le competenze e profili professionali e culturali richiesti dal mondo della produzione, dei servizi e delle professioni. L’obiettivo per il quale è stato istituito il Comitato d’Indirizzo concerne in particolare lo sviluppo di competenze coerenti con i bisogni del mercato del lavoro, che richiede di figure professionali e competenze che in un futuro prossimo si riveleranno cruciali per il mondo della cultura e della produzione. 

I membri del CdS consultano i referenti delle organizzazioni rappresentative del mondo della produzione, dei servizi e delle professioni presenti nel Comitato d’Indirizzo almeno una volta all’anno per verificare la validità e attualità dei profili professionali individuati per il CdS Magistrale e Triennale. Chiedono di valutare le proposte di modifica dell’offerta formativa, e si attivano a individuare nuovi bacini di accoglienza dei laureati del CdS e di attivare forme di collaborazione con le aziende i cui referenti sono presenti nel Comitato stesso per attività didattica, tirocini e stage. 

Membri del Comitato di Indirizzo 

Per i CdS

  • Prof Monica Barsi, presidente del CdS di Lingue; 
  • Prof. Giovanni Iamartino, Direttore del Dipartimento di Lingue e letterature straniere 
  • Prof. Silvia Riva, referente AQ terza missione 
  • Prof. Vincenzo Russo, presidente della CPDS  
  • Prof. Andrea Meregalli, referente AQ del CdS in Lingue e letterature europee ed extraeuropee 
  • Prof. Alessandro Vescovi, referente AQ del CdS in Lingue e letterature straniere 
  • Prof. Alessandro Cassol

Per i portatori di interesse e il mondo delle professioni

  • Alessandro Borchini, Piccolo Teatro 
  • Nicola Cavalli, Ledizioni 
  • Barbara Griffini, B&G Rights Agency 
  • Adrian Lewerken, Goethe-Institut Milano 
  • Alessandro Mongatti, Mondadori Le Monnier 
  • Luca Volonté, Ufficio Scolastico Regionale 
  • Barbara Rosina, COSP Unimi 
  • Alessia Della Rocca, dottoranda 
  • Alice Nagini, dottoranda 
  • Mariachiara Elio, Rappresentante degli studenti in consiglio di Dipartimento LM 
  • Camilla Cremonesi, Rappresentante degli studenti in consiglio di Dipartimento LT